Fenice Pallavolo – VBC Viterbo 2-3

(25-15, 15-25, 22-25, 25-19, 12-15)

Fenice Pallavolo: Carulli 6, Taglione 4, Carpio 18, Masciullo, Martinez, Meneguzzo 23, Mariani 5, Nwokoye 11, Battistelli, Nardi, D’Annibale, Marku, Conradi, Di Francesco, Cavallieri (L), Lieggio, Scianaro (L). All: Giovannetti, Rocco

Ace: 7 Battute sbagliate: 10 Muri: 10

VBC Viterbo: Quadrani (L), Guerrini 2, Ippoliti6, Capotosti15, Marinelli, Guerra, Saia1, Rossi 18, Di Valerio 2, Patrizi, Guidozzi 6, Macari 6, Carbonari. All: Jacopo Iacovacci.

Ace: 9 Battute sbagliate: 14 Muri:6

Arbitri: Giuseppe Cannas, Andrea Natalini

Gara ad altissima tensione al PalaFerretti dove le padrone di casa della Fenice Pallavolo lottano per oltre due ore contro la VBC Viterbo per la prima giornata del secondo sottogirone del campionato di B2. Alla fine la spuntano le avversarie, meno fallose e più attente e lucide a sfruttare i punti deboli delle blackorange, che in troppe occasioni non hanno avuto la pazienza di aspettare il momento a loro favorevole per chiudere il punto. Si fa senza dubbio sentire l’intensità del periodo per le nostre, impegnate in più campionati contemporaneamente (under 17, under 19 e serie B2) ma che però stanno gestendo al meglio il tutto, sia fisicamente che psicologicamente, supportate da uno staff tecnico e societario di grande spessore.

Una gara ricca di alti e bassi, iniziata molto bene per la Fenice che conquista con relativa facilità il primo parziale, con ben 10 punti di distacco. Si ribaltano completamente gli equilibri nella seconda frazione, con Viterbo che inizia a premere l’acceleratore dai nove metri, situazione che la Fenice fatica a fronteggiare; subito avanti per 5-11, Rossi e compagne proseguono ad aumentare il loro bottino mettendo ulteriormente in difficoltà la seconda linea casalinga con pallonetti che quando non riescono a bucare la difesa, costringono Taglione al gioco scontato. Con la fretta di chiudere il punto, la Fenice inizia a sbagliare più del dovuto, offrendo il set su un piatto d’argento alle avversarie. Lottatissima la terza frazione di gioco, combattuta tra break e contro break: in parità fino alla doppia cifra con Rossi e Meneguzzo che se le suonano a colpi di parallele e diagonali, prima è la Fenice ad allungare, poi però è Viterbo a piazzare il break che porta il set nelle sue mani. Vedendo il match scivolare a favore delle avversarie, le blackorange fanno il tutto per tutto nella quarta frazione, portandosi subito avanti con un buon piglio dai nove metri e un cinismo efficace sotto rete, con Carpio sugli scudi. Il set finisce nelle loro mani e tutto sembra preparare ad un tie break impegnativo e lottato. Il quinto parziale inizia con un piccolo vantaggio Fenice (2-0) ma la lucidità e la caparbietà delle avversarie prende il sopravvento: passate in vantaggio ancora una volta a colpi di pallonetti, le viterbesi sono brave ad amministrare il loro bottino, sfruttando il loro punti di forza e a chiudere in loro favore.

Per la 2° giornata la Fenice osserverà un turno di riposo e tornerà a giocare il 24 aprile alle ore 15.00 contro San Paolo Teti a Cagliari.

No responses yet

Lascia un commento